martedì 11 maggio 2010

Di principi e di piselli, di fiabe e di castelli.



C'era una volta un principe che voleva trovar moglie...
una quantità di fiabe prende l'avvio da questo desiderio...Una per tutte: Cenerentola, che ha rovinato generazioni e generazioni di donne. Tutte lì a cantare con topolini e piccioni, a rassettare e rammendare, a farsi belle per il ballo, affidandosi ad una fata pasticciona, nella speranza di essere la prescelta. A pensarci bene, una sorta di "Uomini e Donne", con Maria de Filippi nel ruolo della fata madrina...o viceversa, che comunque è raccapricciante ugualmente!
E le fanciulle di cento generazioni lì, tutte agghindate a farsi scegliere. E un principe chiede di saper filare la paglia in oro, e un altro di cucire con filato di ortiche, un altro ancora di saper riconoscere la fastidiosa presenza di un pisello sotto dodici materassi... E le fanciulle, da cento generazioni, invece di invitare i sedicenti principi ad andarsi a comprare una T-shirt e dei jeans, mentre loro si fanno un sonnellino su almeno un paio di quei materassi, tessono, cuciono e si lamentano dello sgradevole presenza di un misero pisellino.
E se c'è stato un tempo in cui le fanciulle sembravano aver rotto la maledizione delle fiabe, che le voleva docili e gentili, alacri tessitrici e garrule interlocutrici di scoiattoli e nanetti, vittime di matrigne arcigne e di padri distratti..eccole lì oggi, di nuovo Rosaspine addormentate nel bosco, in attesa del bacio di un principe, magari pure un po' ranocchio, per risvegliarsi...e poter riprendere a filare!

Cappuccino bicolore.



2 cipollotti freschi
700g piselli da sgusciare
2 patate
olio evo
sale, pepe
mandorle a lamelle
fiori di timo


Sgusciare i pisellini e sbucciare le patate.
In una casseruola far scaldare appena un filo d'olio evo, unire il cipollotto a pezzi e i piselli. Mescolare, coprire d'acqua, salare e far cuocere 10 minuti.
In un'altra casseruola, con un filo d'olio, unire il cipollotto rimanente e le patate a pezzetti. Coprire d'acqua e incoperchiare.
Frullare separatamente le due preparazioni, con un frullino ad immersione. Regolare di sale, unire una bella grattugiata di pepe alla crema di patate.
Versare le creme nei bicchieri, prima quella di patate poi quella di piselli. Decorare con un fiore di timo, o qualche foglietta di menta, e delle scaglie di mandorle. Servire caldo o tiepido.

5 commenti:

  1. uaoooo....FAVOLoso.... per riamnere in tema!!!E mi sa che per la mia dietina ci sta anche bene,....baci, Fla

    RispondiElimina
  2. Sai dove sta la vera favola? Nel racconto e nella presentazione scenosa come un abito da gran ballo, che creano aspettative e rendono principessa anche la più cenerentola delle creme di verdura... Divertente ed azzeccatissimo.

    RispondiElimina
  3. Io sono la principessa ...... Aspetto il bacio e il principe ma nel frattempo mi consolo mangiando questo cappuccino di piselli.., e nn vuole essere una battuta portasse fortuna..!!! :0)

    RispondiElimina
  4. La realtà è che Cenerentola non è MAI morta. Anche il tanto celebrato Sex and the city non è altro che la storia di quattro "fanciulle" alla ricerca di altrettanti principi, possibilmente dotati di ricco patrimonio (non basta più il castello). Chissà perchè le favole si fermano sempre al matrimonio.... perchè nessuno racconta mai cosa succede dopo.... bello il cappuccino, Buona notte Rosanna

    RispondiElimina
  5. Anonima Flavia: Assolutamente si, per la dieta. Puoi anche omettere il filo d'olio iniziale, cuocere le verdure con acqua e poi unire un filino d'olio, ma proprio poco poco a crudo. Dietetico e gradevole! Baci.

    Acquaviva: Grazie, sei sempre un tesoro!

    Cuocaatempoperso: Principessa...svegliati, và! ;)Tra poco è primavera davvero, ci sono un sacco di cose belle da fare e da vedere...comincia a venire a Genova, ti aspettiamo!!

    Rosanna: Vero? Mai vista una favola che racconta il dopo"vissero per sempre...." Forse, la principessa continua a filare paglia e ortica, ma anche a fare tutto il resto.., e il principe azzurro, mentre scolorisce un po', continua ad andare a caccia, ad inciampare in contadinelle addormentate, ecc. ecc....oppure il principe NON scolorisce, si toglie il costume da MagoZurlì e va al lavoro tutte le mattine, incazzandosi un po' nel traffico, senza zucca o cavallo bianco? Mah??

    RispondiElimina